innovazione tecnologica & altissima qualità

Capabilities

Prosilas: un know-how ventennale in tecnologie di stampa 3d instustriale.

Sistemi di produzione e prototipazione : ADDITIVE MANUFACTURING

Tecnologie di stampa 3D / AM

Prosilas, membro del gruppo Prototal Industries, conta su vent’anni di esperienza, un parco macchine con più di 10 macchinari industriali per la stampa 3D, più di 20 operatori e oltre 500 clienti.

 

Si può parlare di una realtà tecnologicamente evoluta e performante:

la Digital Factory.

$

SLS – Sinterizzazione Laser Selettiva

La Selective Laser Sintering (SLS) è una tecnologia di Additive Manufacturing basata sulla fusione su letto di polvere (powder bed fusion – PBF)

$

SLA – Stereolitografia

La Stereolitografia (SLA) è una tecnologia di stampa 3D basata sulla fotopolimerizzazione di una resina contenuta in una vasca, attraverso l’azione di un raggio laser che emette una radiazione ultravioletta.

Tecnologia Selective Laser Sintering

SLS Technology

La Selective Laser Sintering (SLS) è una tecnologia di Additive Manufacturing basata sulla fusione su letto di polvere (powder bed fusion – PBF).

La tecnologia SLS di stampa 3d usa come materiale di produzione delle polveri con granulometria controllata che vengono depositate in uno strato uniforme all’interno della camera di lavorazione.

I materiali di stampa 3d vengono fusi mediante l’applicazione di energia termica fornita da un laser ad alta potenza che permette di sinterizzare localmente le particelle strato dopo strato.

La tecnologia SLS viene utilizzata nell’ambito della prototipazione rapida per la realizzazione di oggetti con elevata libertà geometrica.

Viene, inoltre, impiegata nella produzione di alti volumi di stampa grazie all’elevata produttività nei confronti delle altre tecniche di manifattura additiva, permettendo di aumentare il rendimento e ridurre i costi di post processo.

$

Stampanti 3D SLS:

5 EOS P770 (680x370x540mm)

3 EOS P396 (300x300x600mm)

2 EOS P395 (300x300x600mm)

1 EOS 110 FORMIGA (190x240x300mm)

R&D FOR MEDICAL APPLICATION

Prosilas Blend for 3d print

L’azienda ha studiato una tecnologia per creare la miscela di Polycraprolactone e di Hydorxypatite che permette di sviluppare parti stampate in 3d riassorbibili e compatibili con colture di cellule staminali:

Ingegnerie tissutali, ossa, riempimenti, medicamenti speciali, tessuti di rigenerazione.

Polycraprolactone

Il Polycaprolactone è un polimero biocompatibile che viene assorbito dal corpo umano. E’ un materiale che ha applicazioni rivoluzionarie in campo medico e scientifico.

L

Hydorxypatite

L’Hydorxypatite è un materiale per la stampa 3d che ha la funzione di aumentare la produzione cellulare e di facilitare il riassorbimento delle parti stampate.

tecnologia Stereolitografia

SLA Technology

La Stereolitografia (SLA) è una tecnologia di stampa 3D basata sulla fotopolimerizzazione di una resina contenuta in una vasca, attraverso l’azione di un raggio laser che emette una radiazione ultravioletta.

Prosilas utilizza la tecnologia SLA nell’ambito della prototipazione rapida per produrre pezzi 3D dalle geometrie complesse, con un’alta precisione e una qualità superficiale elevata.

I prodotti stampati tramite SLA hanno un’ottima resa estetica riguardo le finiture superficiali come la verniciatura e la metallizzazione tramite processo galvanico.

Con la tecnica della stereolitografia è possibile realizzare anche prototipi di materiale trasparente: si possono, dunque realizzare lenti e fanaleria auto, master per stampi al silicone, oggetti-test per galleria del vento.

$

Stampanti 3D SLA:

DWS 029X

More AM & Traditional Technologies

Prosilas ha a disposizione tecnologie di stampa 3d anche per materiali metallici oltre ad offrire lavorazioni industriali tradizionali.

DMLS – Direct Metal Laser Sintering

La Direct Metal Laser Sintering (DMLS) o Selective Laser Melting (SLM)è la tecnologia usata per la stampa 3d di parti in metallo.

Le tecniche DMLS/SLM sono basate sul concetto della fusione su letto di polvere (powder bed fusion – PBF). Queste tecniche permettono di costruire parti metalliche partendo da una materia prima in polvere che viene sinterizzata o fusa.

I pezzi realizzati con DMLS/SLM possiedono proprietà meccaniche uguali o superiori a quelli costruiti con tecniche tradizionali e possono essere utilizzati nell’ambito della prototipazione rapida oppure come componenti definitivi per produzioni in serie.

Entrambe le tecnologie offrono una notevole precisione ed i materiali sono adatti per numerosi post-process come lavorazioni meccaniche CNC, trattamenti termici, trattamenti superficiali sia estetici che funzionali/prestazionali.

FDM – Fused Deposition Modeling

FDM, acronimo per Fused Deposition Modelling, è una tecnologia di manifattura additiva.

Le stampanti 3d industriali a modellazione fusa creano oggetti strato dopo strato tramite deposizione di un filamento proveniente da un ugello di stampa.

La tecnologia FDM può essere utilizzata con una vasta gamma di polimeri termoplastici standard e le loro miscele.

Si possono così creare dei modelli proof-of-concept di base e fornire un servizio di prototipazione rapida, sfruttando i bassi costi di produzione. 

Le parti stampate in FDM sono resistenti al calore, agli agenti chimici, allo stress meccanico e alle variabili ambientali grazie alla elevatissima resistenza e ottima stabilità termica dei materiali forniti da Prosilas.

Le caratteristiche di durevolezza e resistenza delle parti rendono la FDM una delle tecnologie più diffuse per la creazione di oggetti per i settori aeronautico, aerospaziale e motorsports.

Vacuum Casting

Prosilas utilizza la tecnica del vacuum casting, ovvero lo stampaggio di resine poliuretaniche sottovuoto all’interno di stampi al silicone.

Viene stampato un master tramite tecnologia SLA per garantire una buona superficie da replicare, da cui si ricava uno stampo siliconico.

In seguito vengono create delle repliche dell’oggetto procedendo con la colata sottovuoto del materiale all’interno dello stampo.

La tecnica del vacuum casting è largamente utilizzata nella prototipia rapida per fornire oggetti dalla geometria complessa in piccole serie per test, mantenendo dettagli eccellenti, buone caratteristiche meccaniche e un’ottima qualità superficiale.

Laminazione di compositi

La laminazione è una tecnica di stampa 3D che prevede la disposizione di strati di fibra di carbonio o di vetro in uno stampo in modo da ricavarne una forma. 

Lo stampo viene poi inserito in autoclavi dove il materiale viene polimerizzato  tramite l’ausilio di temperatura e pressione controllata.

Questo procedimento garantisce standard qualitativi e meccanici molto elevati per la produzione di pezzi in ambito aerospaziale, automotive e motorsports.

L

Materiali:

Fibra di Carbonio

Vetroresina

CNC – Lavorazioni meccaniche

La lavorazione CNC è un processo di produzione sottrattivo che parte da un blocco di materiale plastico, tagliato o modellato nel prodotto desiderato, rimuovendo il materiale in eccesso mediante una varietà di utensili rotanti affilati o frese.

Prosilas utilizza la lavorazione CNC per lavorare parti stampate in SLS qualora ci fosse bisogno di fornire componenti con tolleranze strette, al di sopra di quelle standard della produzione additiva, per garantire la conformità dimensionale o una determinata rugosità superficiale.

Inoltre può essere l’opzione migliore quando si necessita di alcuni manufatti di grandi dimensioni a basso costo, determinati materiali o quando c’è la necessità di componenti di alta precisione.

L

Materiali CNC:

Resine epossodiche e PU

PMMA

Alluminio

Contattaci

Lo Staff Prosilas risponderà in breve tempo inviando un preventivo dettagliato con costi e tempi di consegna.

error: Content is protected !!