Puoi trovare l’articolo qui

“Al via la Piattaforma Tecnologica Innovativa marchigiana su farmaci diagnostici e nuovi approcci terapeutici: centri di ricerca e imprese fanno squadra per lo sviluppo della competitività del sistema produttivo regionale

È stata presentata il 17 dicembre dall’Assessora alle Attività Produttive della Regione Marche, Manuela Bora, la nuova Piattaforma collaborativa nell’ambito della medicina personalizzata: farmaci diagnostici e nuovi approcci terapeutici alla presenza della stampa locale e del partenariato guidato dal Prof. Mauro Magnani (Università di Urbino), coordinatore scientifico della piattaforma “Salute e Benessere”.   Il programma prevede un investimento di 10,3 milioni di euro, sostenuto con 5,4 milioni di contributi Por Fesr della Regione Marche ed un partenariato pubblico-privato di eccellenza composto da dieci aziende di grandi e piccole dimensioni (Angelini SpA, Diatheva Srl, Diatech Pharmacogenetics Srl, BiMind Srl, Gluos Srl, Mivell Srl, Pharmaprogress Srl, Prosilas Srl, Prosopika Srl, Recusol Srl) insieme all’Università degli Studi di Urbino, l’Università degli Studi di Camerino, l’Università Politecnica delle Marche e la Fondazione Cluster Marche. Anche l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Torrette di Ancona verrà coinvolta, in quanto partecipa al programma di investimento attraverso il conferimento, a titolo gratuito, del terreno su cui verrà allestita la Biobanca e il Laboratorio associato. L’operatività della piattaforma favorirà l’integrazione fra sistema scientifico e produttivo, l’inserimento in azienda di personale altamente qualificato, lo sviluppo di reti collaborative durature e sostenibili. Significativo l’incremento occupazionale previsto, tra ricercatori, tecnici specialistici, giovani tecnologi. L’obiettivo è quello di valorizzare e mettere a sistema le competenze specialistiche presenti sul territorio nel settore attraverso la realizzazione della prima CrioBanca delle Marche che nascerà al di fuori delle strutture sanitarie, che già le utilizzano per usi interni. In questa nuova saranno conservati campioni che provengono da pazienti con malattie rare, oncologici e tutte le linee cellulari, a disposizione degli Atenei, usate a fine di ricerca. La piattaforma offrirà un servizio integrato per la ricerca e l’uso interno dei campioni biologici. Inoltre la piattaforma prevede la realizzazione di tre progetti di ricerca ed uno di trasferimento tecnologico.  Si tratta di un grande programma di ricerca collaborativa di portata strategica, che risponde a specifici fabbisogni del sistema industriale regionale e alle esigenze delle piccole imprese più innovative in forte crescita: una grande opportunità per il tessuto imprenditoriale marchigiano di dotarsi di una piattaforma all’avanguardia. Oltre alla Criobanca saranno attivati programmi di investimento per nuovi farmaci biologici, nuovi diagnostici molecolari e nuove formulazioni farmaceutiche finalizzate a personalizzare le terapie. Il programma ha anche il supporto della rete europea di infrastrutture BBMRI, di Federfarma Marche, della Fondazione di Medicina Molecolare e Terapie Cellulari di Ancona, di Cryolab, delle associazioni dei pazienti con malattie rare e/o oncologiche AISA Marche, Associazione Genitori Sindrome di Williams, AIL Pesaro, Associazione Nazionale Atassia Telangiectasia e del Gruppo Italiano per la lotta alla Sclerodermia.”

Fonte: “Al via la Piattaforma Tecnologica Innovativa marchigiana su farmaci diagnostici e nuovi approcci terapeutici: centri di ricerca e imprese fanno squadra per lo sviluppo della competitività del sistema produttivo regionale” Fondazione Cluster Marche, 14 gen. 2020, https://www.cluster-marche.it/it/news/al-la-piattaforma-tecnologica-innovativa-marchigiana-su-farmaci-diagnostici-e-nuovi-approcci