Loading...
TECNOLOGIA 2018-04-09T10:33:43+00:00

SLS

SLS

Sinterizzazione Laser Selettiva

Sinterizzazione Laser Selettiva

La Selective Laser Sintering è una tecnica di prototipazione laser che impiega polveri termoplastiche di materiali di diversa natura, sinterizzate tramite un raggio laser. Mediante opportuni rulli, le polveri vengono stese e compattate, la scansione laser provvederà poi a riscaldarle fino ad una temperatura appena inferiore a quella di fusione, coprendo solo l’ area individuata dallo slicing, senza andare ad interessare il resto della polvere e costituendo così tutte le sezioni dell’ oggetto, sulla base di forme elaborate mediante sofware 3D. A fine lavoro la polvere in eccesso non sinterizzata viene rimossa. L’ artefatto può essere poi rifinito tramite procedure ad asportazione di truciolo, colorazione o metallizzazione.

Questa tecnologia consente di accelerare notevolmente i processi di prototipazione, di gestire in tempi rapidi eventuali modifiche e di realizzare forme complesse, anche con sottosquadri o vuoti interni, difficilmente generabili tramite tecnologie tradizionali. Tramite SLS, infatti, è possibile ottenere prototipi ad alte prestazioni, con caratteristiche funzionali simili al materiale definitivo per verifiche di montaggio, test di ingombro o di forma. Rendendo possibile lo studio di un progetto e il suo sviluppo prima della produzione, per valutare la funzionalità o l’estetica di un prodotto in maniera molto flessibile.

In base al materiale scelto (Alumide, Poliammide, Poliammide Caricato Vetro, Carbonmide o Similgomma) è possibile ottenere oggetti capaci di offrire prestazioni ad alto profilo meccanico o prodotti con la semplice funzione di modello. Questa tecnologia inoltre è molto apprezzata anche dalle aziende che non necessitano di una larga produzione, tanto che talvolta si ricorre alla prototipazione rapida per delle “micro-produzioni”, volte a creare una serie di pezzi (anche non identici), senza ricorrere all’ausilio di stampi o altri macchinari.

La Prototipazione Rapida si differenzia dalle tecniche tradizionali di lavorazioni meccaniche in quanto queste ultime operano per sottrazione di materia, ossia ottengono la forma voluta da un blocco di materiale per asportazione di truciolo, le tecniche RP operano con il concetto inverso, ossia per addizione di materiale layer su layer.


I MATERIALI




Prosilas è Partner EOS

EOS è leader mondiale per tecnologia e qualità nel settore della produzione additiva (AM) di fascia alta. Fondata nel 1989, EOS è oggi fornitrice di punta di sistemi di produzione additiva per materiali plastici.

eos

Prosilas è Partner EOS

EOS è leader mondiale per tecnologia e qualità nel settore della produzione additiva (AM) di fascia alta. Fondata nel 1989, EOS è oggi fornitrice di punta di sistemi di produzione additiva per materiali plastici.

eos

EOS P770

Stampante SLS con due laser per la produzione di pezzi di grandi dimensioni e per la produzione industriale ad alta produttività

Prosilas è la prima in Italia a produrre con la EOS P770, una stampante 3D di nuova generazione collaudata a fine agosto che, con un volume di costruzione di oltre 150 litri (record nella tecnologia 3D), vanta una capacità produttiva maggiore fino al 20% rispetto alle macchine della stessa categoria a pari qualità.  Il sistema EOS consente la produzione di grandi parti senza dover effettuare incollaggi post lavorazione e, grazie alla gestione ottimizzata della temperatura, alla migliore velocità di rivestimento e ai laser ad alta potenza, i tempi di costruzione sono notevolmente ridotti. Gli scanner digitali migliorati raggiungono una precisione senza pari, consentendo all’ area di sovrapposizione di non avere bordi visibili.


EOS P 770

Effective building volume

large single-piece parts

Production of

680x370x540mm

The

volume available

on the SLS market

largest building

EOS P 770

Effective building volume

large single-piece parts

Production of

680x370x540mm

The

volume available

on the SLS market

largest building

EOS P770

Stampante SLS con due laser per la produzione di pezzi di grandi dimensioni e per la produzione industriale ad alta produttività

Prosilas è la prima in Italia a produrre con la EOS P770, una stampante 3D di nuova generazione collaudata a fine agosto che, con un volume di costruzione di oltre 150 litri (record nella tecnologia 3D), vanta una capacità produttiva maggiore fino al 20% rispetto alle macchine della stessa categoria a pari qualità.  Il sistema EOS consente la produzione di grandi parti senza dover effettuare incollaggi post lavorazione e, grazie alla gestione ottimizzata della temperatura, alla migliore velocità di rivestimento e ai laser ad alta potenza, i tempi di costruzione sono notevolmente ridotti. Gli scanner digitali migliorati raggiungono una precisione senza pari, consentendo all’ area di sovrapposizione di non avere bordi visibili.


EOS P396

Sistema di sinterizzazione laser per la produzione di parti seriali e prototipi funzionali da materiali polimerici

Con un volume di costruzione effettivo di 310x310x600 mm, questo sistema altamente produttivo consente la produzione di componenti seriali, pezzi di ricambio, prototipi funzionali e modelli direttamente dai dati CAD. Assicura elevata produttività e proprietà di parti omogenee.
Il pirometro a spot misura in modo accurato e continuo la temperatura dello strato di materiale da esporre e consente una riduzione complessiva dei tempi non produttivi fino al 60%. Con il rivestimento a bassa usura e ad alta velocità, il materiale viene applicato più velocemente con la stessa precisione costante, migliorando così la velocità di costruzione, inoltre, il potente laser da 70 W aiuta ad aumentare la velocità di costruzione.


eosp396

EOS P396

Sistema di sinterizzazione laser per la produzione di parti seriali e prototipi funzionali da materiali polimerici

Con un volume di costruzione effettivo di 310x310x600 mm, questo sistema altamente produttivo consente la produzione di componenti seriali, pezzi di ricambio, prototipi funzionali e modelli direttamente dai dati CAD. Assicura elevata produttività e proprietà di parti omogenee.
Il pirometro a spot misura in modo accurato e continuo la temperatura dello strato di materiale da esporre e consente una riduzione complessiva dei tempi non produttivi fino al 60%. Con il rivestimento a bassa usura e ad alta velocità, il materiale viene applicato più velocemente con la stessa precisione costante, migliorando così la velocità di costruzione, inoltre, il potente laser da 70 W aiuta ad aumentare la velocità di costruzione.


eosp396

SLA

Stereolitografia

La stampa SLA è una tecnologia basata sulla fotopolimerizzazione di una resina contenuta in una vasca, sulla quale un raggio laser emette una radiazione ultravioletta, a cui la resina è sensibile, e traccia forme ad alta precisione strato dopo strato.

Si utilizza in tutti quei progetti che necessitano alta precisione. Mediante stereolitografia è possibile realizzare forme complesse e ad elevato grado di trasparenza. Queste caratteristiche rendono idoneo il materiale nella produzione di modelli nel settore automobilistico, medicale e per l’ elettronica di consumo: in particolare lenti e fanaleria auto, packaging, modelli per stampi al silicone, collaudi in galleria del vento, quick cast patterns. I modelli realizzati con resina tramite Stereolitografia godono di un’ ottima stabilità dimensionale nel tempo e di caratteristiche funzionali che ne fanno uno dei materiali da prototipazione più richiesti.

I prodotti stampati tramite SLA hanno un ottimo comportamento alla finitura superficiale come la carteggiata e la verniciatura e costituisce un idoneo supporto per l’ applicazione di inserti metallici e la filettatura.


IL MATERIALE